Regolamento scelta esperti esterni

  Visualizza anteprima e stampa o salva queste informazioni

Ad integrazione dell’art.29 del Regolamento d’Istituto.
(approvato dal Consiglio d’Istituto con delibera n.94 nella seduta del 2 ottobre 2012)

 

ART. 1 – REQUISITI PROFESSIONALI

  1. Per ciascuna attività o progetto deliberati nel P.O.F. per lo svolgimento dei quali si rende necessario il ricorso alla collaborazione di esperti esterni, il collegio dei docenti stabilisce i requisiti minimi in termini di titoli culturali e professionali, nonché l’eventuale esperienza maturata nel campo che gli esperti esterni stessi devono possedere per accedere alla prestazione d’opera intellettuale.
  2. Il collegio lavorerà tramite una sua articolazione formata dalla dirigente scolastica, dal docente vicario e dal docente responsabile del progetto, eventualmente coadiuvato da referenti di plesso.
  3. Il riscontro dei requisiti sarà operato dalla commissione individuata per la scelta.
  4. I requisiti minimi individuati per uno stesso incarico conservano validità fino a nuova determinazione della  commissione di volta in volta impegnata nella scelta.

 

 ART. 2 – DETERMINAZIONE DEL COMPENSO

 Il limite massimo è di:

  • € 35,00 lordi orari (IVA ed altri oneri a carico dell’Amministrazione esclusi) per il compenso di ogni tipo di prestazione professionale i cui destinatari sono gli alunni;
  • € 41,32 lordi (€ 51,64 per un professore universitario) per la docenza in corsi di formazione o aggiornamento del personale ed in incontri di formazione con i genitori degli alunni;
  • € 30,99 per un tutors in corsi di formazione;

 In casi particolari, di motivata necessità, in relazione al tipo di attività e all’impegno professionale richiesto, Il Dirigente Scolastico ha facoltà di stabilire  altrimenti il compenso massimo da corrispondere al personale esperto.

 

ART. 3 – PROCEDURA DI SELEZIONE

  1.  Il Dirigente Scolastico rivolgerà gli inviti a presentare le offerte secondo la procedura di contrattazione ordinaria definita dall’art. 34 del D.I. 44/2001, utilizzando eventuali disponibilità pervenute e/o mediante pubblicizzazione sul sito dell’Istituto.
  2. Il Dirigente Scolastico può procedere a trattativa diretta qualora, in relazione alle specifiche competenze richieste, il professionista esterno sia considerato l’unico in possesso di tali competenze e/o nel caso che il limita massimo di spesa non sia superiore a: € 2.000,00 euro nel caso di attività o insegnamenti di prima attuazione, € 5.000,00 nel caso di prosecuzione di attività o insegnamenti già attuati.

 

ART. 4 – AFFIDAMENTO DELL’INCARICO

 Conclusa la procedura di selezione il Dirigente Scolastico provvede al conferimento dell’incarico mediante contratto di prestazione d’opera.